LA CODA

La lucertola se ne sta bella serena sul suo sasso a scaldarsi il sangue, se la gode e le pare che la vita sia piuttosto piacevole quando ad un tratto inizia a sentire che qualcosa non va, percepisce una presenza, un'ombra che le cela il sole, così un po' infastidita decide di provare a cambiare posto.

Non può, è bloccata, un bel gattone rosso ha posato la sua zampa pesante e pelosa sulla sua coda e sta decidendo cosa farne di lei, la lucertola è sorpresa.

Da dove cavolo è spuntato questo felino? Cosa vuole da me? Perché non mi lascia in pace sul mio sasso che mi conforta e mi scalda?
Inutile dire che la bestiola inizia ad essere parecchio infastidita da quella presenza che si è presa parte del suo sole e della sua libertà.

Il gattone la guarda e non la molla, non ci pensa nemmeno a lasciarla andare, vuole stare con lei e forse gli sta pure venendo voglia di mangiarla, magari è buona.
La lucertola inizia ad essere spaventata, non ha raggio d'azione, è intrappolata sotto una zampa felina e non può fuggire ma comprende che deve fare qualcosa se vuole salvarsi la pelle.

Panico, rabbia, paura, scoramento e buio.
Poi si ricorda del suo potere, la coda, la sua coda ricresce, sempre.
Sa che per liberarsi deve lasciare andare un pezzo di sé, deve letteralmente staccarsi da sé stessa se vuole continuare a vivere.
Così lo fa, con un colpo secco rimuove quell'appendice e si libera.
Io sono certa che la lucertola prova dolore quando le si stacca la coda, me lo immagino come un dolore acuto e potente ma allo stesso tempo pregno di possibilità e salvezza, come se aprisse la bocca per urlare di dolore e respirare a pieni polmoni la libertà nello stesso esatto momento.
La lucertola vede la big picture, vede che quel dolore momentaneo è nulla a confronto dell'amore immenso che sentirà adagiata sul prossimo sasso mentre beve il sole. Salvezza, gioia, libertà, speranza, fiducia e luce.
Sa che una nuova coda ricrescerà e intanto si è guadagnata l'opportunità di starsene nuovamente a fare la cosa che preferisce, vivere.
Vivere libera con una coda nuova di zecca.
La coda ricresce
sempre
a tutt*
pure a noi

ma la vita ha così tanta immaginazione che a noi spesso ci cresce dentro, non si vede, dobbiamo riconoscerla e farle spazio lasciando andare quella che abbiamo sotto la zampa del gattone, fiducios* che una nuova coda ricrescerà, sempre.

CIBO SUPERSONICO

Everywhere, in your heart

cibosupersonico@gmail.com

P.IVA 03845070139

  • Facebook
  • YouTube
  • Instagram